Iniziano ad arrivare i segnalibri!

Iniziano ad arrivare i segnalibri!

Ieri la prima busta: non vi diremo da chi, comunque da fuori provincia… e, devo dire, contiene un lavoro molto originale! (ovviamente non si può rivelare nulla e chi scrive non farà parte della giuria).

Quest’anno, però, le iscrizioni sono in calo: la crisi dell’undicesimo anno, un tema sentito come troppo difficile o semplicemente ritardo?

Datevi da fare, dunque! mancano solo un paio di settimane: è il momento di sbrigarsi!

Un segnalibro per la Biblioteca. Ecco il bando dell’edizione 2019

Un segnalibro per la Biblioteca. Ecco il bando dell’edizione 2019

Eccoci ancora una volta: abbiamo superato il decimo anno e siamo nuovamente pronti a distribuire libri ai creatori dei segnalibri in concorso:

oltre 2300 opere in gara lo scorso anno da tutto il mondo

più di 1300 euro di premi in libri,

premi speciali per le scuole, e per i segnalibri provenienti dall’estero

(go to the english version)

Può sorprendere che una biblioteca promuova la lettura, anziché con conferenze, letture, presentazioni di libri, con un mezzo insolito come il segnalibro. Eppure, a ben vedere, il segnalibro è uno splendido simbolo del piacere della lettura: è un biglietto di viaggio che accompagna attraverso le pagine di un libro, è segno del piacere di tenere in mano un libro, sfogliarlo, leggerlo, sentirlo proprio. Nelle diverse epoche sono esistiti molti tipi di segnalibro: dalle strisce di stoffa o pergamena che segnavano le pagine dei codici, ai segnalibri d’argento art decò. Dai cartoncini pubblicitari che ci si dimentica dentro i volumi alla fine della lettura, ai segnalibri personalizzati che ci accompagnano in tutte le nostre avventure di lettori.

Ma ora, bando alle ciance, ed ecco il BANDO 2019 e il tema dell’anno:

Quest’anno un tema veramente impegnativo, ma che può essere interpretato in piena libertà. 

Lib(E)ri!

Liberi di leggere / leggere per essere liberi

Il tema è di scottante attualità in un mondo che sembra sempre più vedere la cultura come un inutile orpello. Leggere rende liberi, e leggere ci libera. Ma facciamoci aiutare da una riflessione di Gian Luigi Beccaria:

Leggere è progredire. Restif de la Bretonne (1734-1806) consigliava di vietare la lettura (e la scrittura) alle donne per limitare loro l’uso del pensiero, circoscrivendolo alle faccende di casa. I proprietari di schiavi temevano che i neri scoprissero, nei libri, idee rivoluzionarie che avrebbero minacciato il loro potere, i padroni delle piantagioni impiccavano gli schiavi colpevoli di aver tentato di insegnare agli altri a leggere, i proprietari delle haciendas messicane […] accoglievano i primi maestri a coltellate, rispedendoli alla capitale dopo averli sfregiati in viso. Nel 1981 in Cile venne proibito il Don Quijote dalla Giunta militare: Pinochet riteneva contenesse un’apologia della libertà individuale e un attacco contro la libertà costituita. Borges diceva che il vero mestiere dei monarchi è stato quello di costruire fortificazioni e incendiare biblioteche. La storia è difatti un elenco infinito di roghi di libri. (G. L. Beccaria)

I segnalibri provenienti dall’estero potranno anche ispirarsi a una leggenda, un mito, una fiaba tipica del paese di provenienza

  1. CHI: il concorso è aperto a tutti. Non vi sono limiti di età, residenza, professione, titolo di studio, credo religioso o politico. I partecipanti saranno suddivisi nelle seguenti categorie:
  • Catergoria speciale Asili nido
  • Scuole dell’infanzia
  • Allievi della Scuola Primaria
  • Allievi di Scuola Secondaria di primo e secondo grado
  • Allievi Scuole d’Arte
  • Categoria libera, da 0 a 999 anni
  • Premio speciale per i segnalibri inviati dall’estero

2. CHE COSA: i partecipanti concorreranno creando segnalibri ispirati al tema dell’anno.

Sono accettati segnalibri realizzati in qualunque materiale e con qualunque tecnica (disegno, collage, stampa, ricamo, incisione ecc.) e di qualunque dimensione o forma. Si devono però rispettare i seguenti requisiti:

  • a) i segnalibri devono essere opere di singoli (non si accettano lavori collettivi o di classe, tranne che per la sezione ‘scuole dell’infanzia’, in cui è consentito l’intervento degli insegnanti e il lavoro di gruppo)
  • b) ogni partecipante può presentare un massimo di 4 segnalibri
  • c) ogni opera presentata deve essere a tutti gli effetti un segnalibro: qualunque forma abbia, deve poter essere inserito in un libro per tenere il segno (ad es. un oggetto tridimensionale è ammesso solo se montato su una fettuccia o un cartoncino in modo da poter essere effettivamente adoperato come segnalibro). Si sconsiglia di presentare segnalibri di dimensioni eccessive: le giurie negli scorsi anni hanno scartato più di un lavoro perché inadeguato all’uso come segnalibro
  • d) le opere non devono presentare contenuti che possano essere ritenuti offensivi o che si configurano come propaganda commerciale o politica
  • e) le opere presentate devono essere originali: ad es. stampe non rielaborate di materiale anche non coperto da copyright, verranno squalificate.
  • f) I segnalibri potranno contenere citazioni o motti e potranno essere accompagnati da didascalie e spiegazioni

È vietato porre sui segnalibri il proprio nome o altri segni evidenti di riconoscimento (si veda quanto prescritto nella scheda di partecipazione)

I segnalibri presentati al concorso NON VERRANNO RESTITUITI, ma entreranno a far parte della collezione della Biblioteca. La Biblioteca organizzerà esposizioni e si riserva la possibilità di riprodurli come gadget (il ricavato di una eventuale vendita di riproduzioni dei segnalibri andrà TOTALMENTE a beneficio della biblioteca: per finanziare l’acquisto di libri e l’organizzazione del concorso).

3. COME: i lavori saranno giudicati da una giuria qualificata, composta da artisti, esperti d’arte e di grafica, insegnanti e esperti di letteratura, che rimarrà segreta fino alla consegna dei segnalibri. La premiazione avverrà presso il Centro Incontri comunale di San Michele Mondovì. La giuria esaminerà le opere rigorosamente senza conoscere il nome degli autori.

Per facilitare le operazioni, le scuole o le classi partecipanti POTRANNO richiedere un codice di partecipazione inviando un e-mail all’indirizzo:bibliosanmichele@gmail.com o compilando l’apposito nodulo online (vai al modulo). In questo modo potranno consegnare i segnalibri con già indicati i codici identificativi ovviando a possibili errori.

4. QUANDO:  la premiazione è prevista per sabato 8 giugno 2019. Il termine per la consegna dei lavori è il 24 maggio 2019 (tramite spedizione  a: Biblioteca Civica di San Michele Mondovì, concorso “un segnalibro per la Biblioteca”, c/o Comune di San Michele, via Roma 1, 12080 San Michele Mondovì (CN) o presso la sede della biblioteca).

5. PERCHÉ: ovviamente per il gusto di partecipare, ma anche per gli splendidi Premi

Categoria aperta a tutti:

1° classificato € 60 € in buoni per l’acquisto di libri

2° classificato € 40 € in buoni per l’acquisto di libri

3° classificato € 20 €  in buoni per l’acquisto di libri

Categorie scuole:

Categoria speciale Scuole dell’Infanzia (sono ammesse opere collettive e il premio va esclusivamente alla scuola):

1° classificato libri per un valore di circa € 90 €

2° classificato libri per un valore di circa € 60 €

3° classificato libri per un valore di circa € 30 €

Premi in libri sono previsti anche per gli asili nido che volessero prendere parte al concorso

 Categoria scuole primarie e 

Categoria scuole Secondarie di primo e secondo grado

1° classificato € 60 € in libri o buoni per l’acquisto di libri e € 150 € in libri o buoni per l’acquisto di libri per la classe partecipante

2° classificato € 40 € in libri o buoni per l’acquisto di libri e € 80 € in libri o buoni per l’acquisto di libri per la classe partecipante

3° classificato € 20 € in libri o buoni per l’acquisto di libri e € 40 € in in libri o buoni per l’acquisto di libri per la classe partecipante

Premio speciale per il miglior segnalibro prodotto da un allievo di scuole a indirizzo artistico:

€ 50 in buoni per l’acquisto di libri o libri per l’autore del segnalibro, 

€ 100 per l’istituto partecipante

Premio speciale per i segnalibri provenienti dall’estero 

in libri e altre sorprese riguardanti

la lettura per un valore di più di € 100

NEL CASO IN CUI UNA CATEGORIA ANDASSE DESERTA O IN CASO DI EX AEQUO O DI MANCANZA DI OPERE MERITEVOLI LA GIURIA HA PIENO DIRITTO DI RIMODULARE I PREMI, SALVO IL MANTENIMENTO DEL LORO VALORE COMPLESSIVO

Altri straordinari premi sono in preparazione…

Schede di partecipazione: in preparazione

Modulo di iscrizione online /Application Form 

Compilando questo form riceverete il codice di partecipazione (utile soprattutto per le scuole, che devono contrassegnare un gran numero di segnalibri). Nel giro di 24 ore dovreste ricevere per e-mail la conferma della ricezione della vostra registrazioneIn ogni caso bisognerà accludere ai segnalibri, al momento della consegna, la scheda di partecipazione scaricabile qua sopra.

nel giro di 24 ore dovreste ricevere per e-mail la conferma della ricezione della vostra registrazione

___________________________________________________

___________________________________________________

English version UNDER CONSTRUCTION

The Public Library of San Michele Mondovi
has the honour to announce the
X edition of the competition
“A bookmark for the library”

A small Library in a small town, with a big dream:

to introduce our competition around the world

The Public Library of San Michele Mondovi (Cuneo), Italy, since 2009 has held a contest in which prizes in books are awarded to the best bookmarks built around the topic of the year.

Over the years this event has been having more and more success up to the IX edition when we got more than 2,500 works in competition and prizes worth € 1,300.

This contest is open to participants from all over the world who will compete in the various categories together with the national participants. A special prize worth € 100 is reserved exclusively to works from foreign countries (last years won the price a partecipant from Madagascar, France, Philippines…!).

It may surprise you that a library would promote reading through an unusual means such as a bookmark rather than through lectures, readings and book presentations. Yet the bookmark is a wonderful symbol of the joy of reading: it is the travel ticket that accompanies you through the pages of a book; it is the proof of your pleasure to hold in your hand a book, to browse it, to read it, to feel it your own.

Regulation 2019

1) WHO: The competition is open to all people and there is not a subscription fee. The participants are grouped into the following categories:

Schools

a) Special category: crèche;

b) Nursery schools;

c) Primary School students ;

d) Middle School students and High School students;

  1. Art School students;

Open category:

f) from 0 to 999 year old

A special prize will be awarded to bookmarks sent from foreign countries.

2) WHAT: participants are invited to compete by creating bookmarks based on a topic selected for the current year. 

We welcome bookmarks made ​​of any type of material and of any kind of technique (drawing, printing, embroidering, engraving, making a collage, etc..); they can be of any size and shape.

However they must comply with the following requirements:

a) bookmarks must be the result of individual work (collective or class works are not accepted except for the category ‘Nursery School’ where it is allowed both the intervention of teachers and group works);

–each competitor may submit a maximum of 4 bookmarks;

–each work must be a bookmark in all respects: whatever shape it may take, it must suitable to be put in a book to hold the sign (e.g. a three-dimensional object can be appropriate only if mounted on a tape or a card in order to be effectively used as a bookmark). It is not recommended to submit too large-sized bookmarks: during the past editions the juries have dropped more than one work because it was judged inadequate to be used as such.

b) works must not display contents that could be considered offensive or that are meant to commercial or political propaganda.

c) All kind of works must be original: e.g. prints which are based on material extracted from the Web and not originally re-elaborated, even if non-copyrighted, will be disqualified.

d) The bookmarks can contain quotations or sayings.

e)It is forbidden to place on the bookmark your name or any obvious sign of recognition (please see the requirements on the registration form).

The bookmarks WILL NOT BE RETURNED; they will become part of the Library’s collection. The Library will organise exhibitions and it reserves the right to reproduce them as gadgets (the proceeds of a possible sale will be EXCLUSIVELY for the benefit of the Library in order to fund both the purchase of books and the future competitions).

3) HOW: the works will be judged by a qualified jury made ​​up of artists, art and graphic experts, teachers and experts in literature. This jury will remain secret until the delivery of bookmarks. The award ceremony will take place at the City Congress Centre of San Michele Mondovi. The jury will rigorously examine the works without knowing the name of the author.

You can ask for a participation code by filling out this  form

4) WHEN: The award ceremony is scheduled for Saturday, 17th May 2018. Your work must be submitted within 5th May 2018 by shipping it to: Biblioteca Civica di San Michele Mondovi, concorso “Un segnalibro per la Biblioteca”,  c/o Comune di San Michele, Via Roma 1, 12080 San Michele Mondovi (CN), Italy. /if you send a photo of the bookmarks to bibliosanmichele@gmail.com too, the jury can evaluate also in case of postal delay

5) WHY: of course for the joy of participating, but also for the marvellous awards!

Open category:

special prize for bookmarks coming from foreign countries: books, bookmarks and objects related to the reading activity for a value of € 100

1° place: value of € 60 in books

2° place: value of € 40 in books

3° place: value of € 20 in books

Schools:

Special category: Nursery Schools (collective works are allowed and the award goes only to the school):

1° place: value of about € 90 in books

2° place: value of about € 60 in books

3° place: value of about € 30 in books

Awards in books are also planned for crèche wishing to take part in the competition

Categories: Primary Schools,

Middle Schools and High Schools:

1° place: value of € 60 in books

and value of € 150 in books given to the class;

2° place: value of € 40 in books and value of € 80 in books

given to the class;

3° place: value of € 20 in books and value of € 40 in books

given to the class;

Special award for the best bookmark designed

by an Art School student:

€ 50 in books go to the author of the bookmark;

€ 100 go to the school to which the student belongs

 

Al via l’XI edizione del concorso Un segnalibro per la Biblioteca!!! Tema: leggere e libertà

Carissimi amici, ancora una volta, grazie al sostegno della Fondazione CRC, possiamo organizzare il concorso “Un segnalibro per la Biblioteca”, che giunge così all’XI edizione (chi l’avrebbe mai detto?).

Fra breve pubblicheremo il bando, ma volevo anticiparvi il tema, perché si tratta di un tema importante e quanto mai attuale, in un mondo in cui la cultura è spesso considerata superflua, se non dannosa.

Ecco dunque che abbiamo pensato quest’anno di parlare di libri e libertà, perché c’è uno stretto legame fra queste due cose. Leggere rende liberi, è libertà di conoscere, è libertà di scegliere, o anche, molto più semplicemente, libertà di comunicare e vivere altre vite.

Ma, bando alle chiacchiere. Ecco la formulazione ufficiale del tema, corredata di una bella riflessione di Gian Luigi Beccaria:

Lib(E)ri!

Liberi di leggere / leggere per essere liberi

Leggere è progredire. Restif de la Bretonne (1734-1806) consigliava di vietare la lettura (e la scrittura) alle donne per limitare loro l’uso del pensiero, circoscrivendolo alle faccende di casa. I proprietari di schiavi temevano che i neri scoprissero, nei libri, idee rivoluzionarie che avrebbero minacciato il loro potere, i padroni delle piantagioni impiccavano gli schiavi colpevoli di aver tentato di insegnare gli altri a leggere, i proprietari delle haciendas messicane […] accoglievano i primi maestri a coltellate, rispedendoli alla capitale dopo averli sfregiati in viso. Nel 1981 in Cile venne proibito il Don Quijote dalla Giunta militare: Pinochet riteneva contenesse un’apologia della libertà individuale e un attacco contro la libertà costituita. Borges diceva che il vero mestiere dei monarchi è stato quello di costruire fortificazioni e incendiare biblioteche. La storia è difatti un elenco infinito di roghi di libri. (G. L. Beccaria)

#biblioteca9etrequarti _-_ Il dado è tratto: via alle adesioni e al comitato organizzativo

Care streghe, cari maghi,

qualche problema organizzativo ci ha fatto tacere per qualche giorno, ma ora siamo pronti a spedire gufi in ogni direzione.

Il sondaggio non ha lasciato dubbi: maratona di lettura tutta in un giorno. E maratona sia, allora! se dobbiamo avere 9 ore e tre quarti a disposizione, dire che non c’è alternativa: deve essere una domenica, anche se questo può portare a qualche inconveniente a chi viene da fuori (abbiamo qualche adesione anche da Torino e un po’ più in là. Indicativamente direi che si potrebbe far partire l’Hogwarts Express alle 9 / 9:30 e pensare di finire, con pausa pranzo, alle 19:30. Il giorno dovrebbe essere il 5 maggio

Sia per i tempi, sia per la data siamo aperti a consigli e osservazioni, ma è molto difficile prendere decisioni perché è assai difficile prevedere la partecipazione.

L’idea è quella di leggere assieme in allegria, perché ci piace la lettura e perché ci piace leggere assieme e perché ci piace il libro. La presenza del pubblico è quasi un optional: è bello che tutti partecipino.

Con questi tempi, però, dobbiamo aspettarci che il pubblico dei più giovani non sia eccessivamente numeroso o comunque sia limitato a certi orari, e non è facile organizzare la pausa conviviale: se si ha un’idea del numero si può organizzare un pasto, ma questa volta è un vero salto nel buio…

Iniziamo a contarci: ho preparato un doodle per verificare le disponibilità alla lettura: avremo bisogno di molti NARRATORI: se i narratori saranno abbastanza potremo anche dare voce ad alcuni PERSONAGGI PRINCIPALI. Se siamo in tanti, sbloccheremo altri personaggi.

Vista la durata, per ogni personaggio saranno necessari più lettori (soprattutto se ci sono lettori giovani), per cui per ora ho diviso le opzioni fra ‘mattino’ e ‘pomeriggio’, per avere un’idea di disponibilità, ma poi troveremo il modo di accordarci nel modo più comodo.

OGNUNO può esprimere più opzioni: sia per avere un ‘piano B’, sia perché nulla vieta che un narratore del mattino faccia un personaggio al pomeriggio ecc. ecc. Per ora è essenziale avere una prima disponibilità

Il doodle è raggiungibile a questo indirizzo: https://doodle.com/poll/tetwfuy92uhpe9x6 vi chiederei solo di usare nomi che mi permettano di contattarvi/identificarvi. Se volete potete usare un indirizzo e-mail come identificativo oppure vi pregherei di mandare un messaggio a bibliosanmichele@gmail.com in cui dite, ad es., Ron97 si chiama in realtà Mario Rossi e puoi contattarmi al ****. Mi raccomando: diffondete il più possibile. Più siamo, più è divertente e c’è posto per tutti, anche per i lettori più giovani: al massimo troviamo parti brevi e facili.

Continuo a dire che un po’ di aiuto pratico nell’organizzazione non mi dispiacerebbe… anche se ho la bacchetta magica.

Per esempio: c’è qualcuno bravo con i pennelli che mi aiuterebbe e realizzare un’insegna da mettere all’ingresso…
Qualcuno in grado di costruire un cappello parlante?
Qualcuno che potrebbe aiutarci ad allestire una sorta di scenografia?

#Bibloteca9e3quarti Aggiornamento sotto la neve… e un SONDAGGIO

Neve ne è scesa meno del previsto, ma sono ‘fioccate’ le adesioni. Abbiamo già una dozzina di volontari lettori. Si può fare di meglio, però: scrivete commenti qui, mandate messaggi alla pagina Facebook o al gruppo Facebook della Biblioteca civica di San Michele Mondovì, o e-mail all’indirizzo bibliosanmichele@gmail.com: vogliamo un gruppo nutrito di lettori per una lettura ancora più animata. Sarebbe bello se la maratona di lettura non avesse spettatori, ma tutti corressero!

Nella notte, però, sono state avanzate anche nuove proposte: alcuni dei lettori hanno mosso osservazioni su orari, giorni ecc. per cui mi piacerebbe fare un piccolo sondaggio. Per non escludere nessuno, proviamo con un moodle (siate onesti, però: votate una volta sola): recatevi qui per votare senza bisogno di iscrizioni o altro: https://doodle.com/poll/y9sbyxygnbhe2me2

#Biblioteca9e3quarti la macchina si è messa in moto

#Biblioteca9e3quarti la macchina si è messa in moto

Care streghe e babbane, cari maghi e babbani,

ormai il dado è tratto: dopo tante riflessioni, suggerimenti, contrattazioni è il momento di partire con l’organizzazione e con le prime scelte. Anche perché i lettori di Harry Potter non discriminano fra maghi, babbani e, si scusi il termine, mezzosangue, ma combattono fieramente i mangiamorte e gli analfababbani. Uno di questi ultimi ieri mi ha apostrofato con la seguente frase (un po’ sgrammaticata): “Ma chi c*** vuoi che legge? Fagli vedere almeno il film, che non ci sarà nessuno”.

Direi che è il caso di rispondere coi fatti. Per parte mia, poi, se anche fossimo solo in due a leggere per 9 ore e tre quarti, andrebbe benissimo: il divertente è lì, non necessariamente nell’attirare folle.

Ricapitoliamo dunque la situazione:

L’dea è quella di leggere l’intero primo romanzo della saga (adotterei per comodità la prima traduzione: è quella di cui la maggior parte dei lettori possiede una copia). Mi ero chiesto se dividere la lettura, che dura approssimativamente 8/9 ore, in due incontri, ma le persone con cui ho parlato propendono per la maratona (se avete idee diverse, scrivete commentando questo post).

Ci serve dunque una domenica, che potrebbe essere così organizzata: 9:30 / 10 inizio della lettura 12:30 – 13:30 pausa pranzo (si può organizzare qualcosa) 14-20 circa per completare la lettura, magari con una merenda. E dopo burrobirra per tutti.

L’organizzazione del tutto richiede tempo. Le date possibili sono 5 o 12 maggio. Vi sembra tardi? Per organizzare ci vuole tempo e anche per dare un minimo di senso alla lettura: il modo più facile sarebbe infatti trovare un gruppo di lettori che si alternino e basta. A me piacerebbe però anche dare una voce propria ai personaggi principali:

Harry Potter
Ron Weasley
Hermione Granger
Draco Malfoy
Neville Paciock

Albus Silente (Albus Dumbledore)
Minerva McGranitt (Minerva McGonagall)
Severus Piton (Severus Snape)
Rubeus Hagrid
Quirinus Raptor
Argus Gazza…

A dire il vero questi sono a mala pena gli indispensabili e per ciascuno di questi ci vuole più di un lettore (soprattutto se i giovani li fanno dei giovani…). E poi ci servono molti narratori.

Detto questo, non sono indispensabili lettori formidabili: si impara leggendo e ci si diverte leggendo insieme. È una lettura insieme, non una rappresentazione.

Io ho a portata di mano per ora una Hermione (la vedete nella foto), e un Draco dell’età giusta, un Hagrid e due narratori, più 6 o 7 persone genericamente interessate: fatevi avanti e abbiamo tutto il tempo di vedere come suddividere le parti nel modo che più ci soddisfa e diverte.

Poi a me piacerebbe proporre un po’ di attività di contorno: magari si può proporre una giornata di presentazione per i più piccoli facendo indossare loro il cappello parlante, o proponendo la costruzione di bacchette magiche ecc., ecc.

A questo punto contiamoci: rispondete a questo appello, fatelo circolare, proponetevi e dite cosa pensate di quello che ho scritto, a partire da orario e data!

Tanti saluti da

Zenodotus

NOVITA’

LIBRI
Alla biblioteca civica di San Michele Mondovì sono appena arrivate grandi novità:

  • Sangue cattivo di Lisa Gardner, già autrice di numerosi thriller mozzafiato, in cui la suspence non lascia tregua. In questo suo nuovo libro, edito da Mondadori ci pone di fronte ad un terribile dubbio sulla reale personalità di un ragazzo… Eroe? Oppure, omicida?
  • Bella zio di Andrea Vitali, che, tra ironia e paradosso, aneddoti di costume, successi e dolori, ci fa rivivere gli esordi del calciatore Beppe Bergomi, ma anche una stagione passata dell’Italia, quasi fossimo lì pure noi.
  • Sparviero nella bufera di Andrea Maia, che scrive un romanzo capace di riportarci là dove siamo partiti, per capire ed apprezzare dove siamo arrivati.
  • Il purgatorio dell’angelo di Maurizio De Giovanni, commentato così nel Corriere della Sera da Severtino Colombo «Maurizio De Giovanni, qui e altrove nei romanzi e nelle serie narrative, prova con caparbietà a raccontare tante storie, a inseguire molte vite.».
  • Al tempo della guerra del sale di Maria  Grazia Orlandini, in cui una zampa di capra ferrata, rinvenuta in una vecchia casa di Vicoforte, dà il via ad una vicenda mai dimenticata, ma che di certo la storia ufficiale ha rimosso.
  •  Il basilico di Palazzo Galletti di Giuseppina Torregrossa, che ibs.it afferma essere “Una storia guizzante e sensuale, punteggiata di humour, e capace di circoscrivere in modo conturbante i desideri inespressi e le impasse di una donna che si trova nel passaggio cruciale dalla giovinezza alla maturità”.
  • Il ragazzo in soffitta di Pupi Avati, che è uno dei più amati registi italiani contemporanei ed ha pubblicato nel 2013 la sua autobiografia, La grande invenzione. Questo è il suo primo romanzo.
  • Un alpino nella storia di Giorgio Cugnod, che dalle steppe della Russia agli alpini racconta la storia di Giovanni Battista Piovano di Vicoforte. Il libro ripercorre la vicenda umana del protagonista OCCHI APERTI: questo autunno questo libro sarà presentato dall’autore a cura del Gruppo Alpini di S. Michele

Ecco finalmente i vincitori! Tutti i premiati del X concorso “Un Segnalibro per la Biblioteca”

Ancora una volta siamo arrivati al termine: anche la decima edizione del concorso è arrivata al termine con una ricchissima premiazione.

Quest’anno per la decima edizione molte novità: la premiazione nei nuovi locali della biblioteca,

Il Sindaco, Domenico Michelotti, il Direttore della Bibilioteca, Assessore Edoardo Bona, il rappresentante della Fondazione CRC dott. Massimo Gula al momento dell’inauguraione dei nuovi locali della Biblioteca

la mostra di opere dei giurati che si sono alternati nelle varie edizioni del concorso

Le opere di Cristiana Addis

e ovviamente gli oltre 2000 segnalibri e i quasi 1400 euro di premi in libri.

Segnalibri della scuola secondaria con le opere di Piter Pecchenino ed Enrico Roà

Ovviamente il ringraziamento va ai volontari della Biblioteca, a tutti i partecipanti, alla Fondazione CRC che ha generosamente finanziato l’iniziativa, alle librerie Confabula e Lettera_22 di Mondovì che, con il loro supporto e le loro agevolazioni ci hanno permesso di arricchire il montepremi. E un grazie speciale alla Giuria di esperti, veramente eccezionale. Oltre a Cristiana Addis, pittrice e docente di tecnica pittorica all’Accademia, e Fabrizio Garelli, designer, che sono ormai veterani, abbiamo avuto in giuria Marco Boetti, grafico, Gianluca Cuniberti, professore ordinario di storia greca all’Università di Torino e, dulcis in fundo il pittore Enrico Roà di S. Michele.

Ma bando alle ciance: so che a voi interessano i nomi!

Ecco dunque i vincitori (per ora solo un elenco, ma prometto foto e commenti nei prossimi giorni – seguite gli aggiornamenti di questo articolo):

La sala della mostra dedicata alla scuola dell’infanzia

Categoria scuola dell’infanzia

 

Primo premio

Scuola dell’infanzia C. Collodi di Alba collodi.jpg

 

Secondo premio

Scuola dell’infanzia di San Michele Mondovìs michele bimbi

 

Terzo premio

Scuola dell’infanzia di S. Anna Mondovìanna mondovì

 

Menzione

Scuola dell’infanzia di Magliano Alpi 

 

Menzione

Scuola dell’infanzia di Sciolze sciolze

Categoria scuole Primarie

 

Primo Premio

Asia Lembo

Scuola primaria di Lesegnoasia lembo lese

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Secondo Premio

Luca Gioannini

Scuola primaria di Lesegnoluca-gioannini.jpg

Questo slideshow richiede JavaScript.

Terzo Premio

Anna Bianco

Scuola primaria di S. Michele Mondovìanna bianco s michele

 

Menzione

Irene Odella

Scuola primaria di Vicoforteirene odella vico

Irene Odella Co0n il suo segnalibro dedicato al Gruffalò

Menzione

Alice Salvatico

Scuola primaria di Violaalice-salvatico-viola.jpg

Alice Salvatico e gli occhiali di Harry Potter

Categoria scuole Secondarie

 

Primo premio

Emma Rossi

Scuola secondaria di I grado di Rocca de’ Baldiemma-rossi-e1529594259246.jpg

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Secondo premio

Luca Rinaldi

Scuola secondaria di I grado di Mondovìluca-rinaldi.jpg

 

Terzo premio

Marta Angiolini

Scuola secondaria di I grado di Vicofortemarta-angiolini.jpg

 

Categoria aperta a tutti

 

Primo premio

Marta Naj Fovinomarta.jpg

 

Secondo premio

Centro Diurno Socio-Terapeutico-Educativo “Il Mosaico”

Fossanomosaico

 

Categoria scuole dell’arte

 

Premio

Olga Farandaolga.jpg

 

Premio scuola

Istituto Albe Steiner Torino

 

 

 

Aggiornamento sui lavori alla Biblioteca

 

Cari amici,

ormai da tempo la situazione in biblioteca è diventata insostenibile: dire che gli spazi non bastavano più era un eufemismo e accumulare in biblioteca tutto ciò che avevamo dovuto togliere dai locali occupati dalle lezioni durante la ristrutturazione dell’edificio scolastico, non ha certo aiutato! Fra l’altro, i fondi con cui normalmente aquisiamo nuovi libri sono stati quasi completamente dirottati per rispondere alle esigenze della Scuola: l’urgenza era quella. Ora si riprende e abbiamo anche i nuovi locali: un regalo, ma anche un problema… diciamo “una sfida”.

L’allestimento dei locali è stato ultimato e anche l’attrezzatura informatica è quasi completamente arrivata, anche se l’installazione delle postazioni deve ancora essere eseguita.

Purtroppo non è possibile trasferire tutta la biblioteca nella nuova sede, né poteva restare nella vecchia, dove ormai quasi non si può entrare per il gran numero di libri.

Si tratta, come dicevo, di una vera e propria sfida gestire i due locali. Dato che nei nuovi locali ci sono splendidi spazi per lettura, studio e attività varie, l’intenzione è di sfruttarli non solo come biblioteca, ma per più funzioni: potrebbero servire per la biblioteca, ma in giorni appositi per una piccola ludoteca  (qualcuno ha giochi da tavolo da regalare?), per attività di doposcuola, corsi di vario genere e anche piccole mostre (ho avuto modo di portare in giro una piccola mostra sul pre-cinema con tanto di spettacolo di lanterne magiche… non sarebbe male farlo anche a S.Michele). Per questo motivo gli arredi sono stati studiati in modo da poter essere spostati agevolmente: la saletta al piano superiore, ad es., da sala di lettura si trasforma in una piccola aula/sala conferenze con possibilità multimediali.

Stiamo pensando alla possibilità di trasferire nella nuova sede la sezione bambini e il grosso della narrativa: in tal modo si gestirebbe il prestito dalla nuova sede, trasferendosi nella sede storica per la consultazione delle altre sezioni, meno frequentate, ma credo che ci vorrà un po’ di rodaggio per trovare il modo più efficace per far funzionare la cosa: se, come speriamo, gli spazi della nuova sede verranno molto sfruttati, si potrà agevolmente fare il contrario e usare con centro per il prestito la sede storica quando la nuova sede è occupata per altro.

Agli utenti chiedo ancora un po’ di pazienza: nella fase di trasferimento ci saranno ancora disagi e chiedo collaborazione costruttiva nel cercare nuove soluzioni e nel proporre e organizzare attività. Lo spostamento sarà necessariamente graduale, ma comincerà subito, anche se una vera e propria inaugurazione, con tutti i crismi e le presenze ufficiali, verrà organizzata più avanti dal Comune. Intanto, passate parola: se vi piace la nostra idea della ludoteca, guardate se vi avanza qualche gioco classico: un vecchio Monopoly o una dama. Vediamo di iniziare qualcosa di nuovo. E poi, ovviamente, servono volontari: se vogliamo che i nuovi locali ‘funzionino’, dobbiamo essere noi a farli funzionare!

(PS occhi aperti… qualcosa mi dice che il bando per la DECIMA edizione del concorso dei segnalibri sta per vedere la luce: è un bel traguardo! Rendiamolo speciale!)

#Biblioteca9etrequarti Domani è il grande giorno: pronti per la maratona di lettura di Harry Potter?

#Biblioteca9etrequarti Domani è il grande giorno: pronti per la maratona di lettura di Harry Potter?

L’Hogwarts express è in partenza! Procuratevi subito il biglietto!

Care streghe e babbane, cari maghi e babbani, l’espresso per Hogwarts è pronto a partire!

La Biblioteca civica di S. Michele Mondovì ha il privilegio di invitarvi alla lettura integrale di  primo romanzo della saga in una amichevole maratona di lettura, per una durata di 9 ore e tre quarti (compreso il tempo per mangiare!). 

Si raccomanda un Abbigliamento in tema….

È consentito l’uso della bacchetta magica e si può portare un gufo, un gatto o un rospo 

Sono tutti liberi di venire ad ascoltare per tutto il giorno o solo per qualche minuto. Chi volesse ancora partecipare attivamente alla lettura, ci contatti: c’è posto per tutti! (bibliosanmichele@gmail.com /3391292737)

Programma della giornata…

Ore 9, accoglienza e accredito dei lettori dell’ultimo momento (Nell’occasione L’associazione Elfi domestici invita a portare un calzino spaiato da donare per permettere la liberazione di un elfo: siate generosi!)

Ore 9:30 inizio della lettura

Ore 13 circa, pranzo al sacco

Ore 14 riprende la maratona

Non è una rappresentazione, ma una maratona di lettura aperta a tutti. Non c’è bisogno di essere attori: basta avere voglia di leggere in compagnia: più siamo, più ci divertiamo 

Giungono notizie di maghi delle arti oscure che stanno invocando temporali sul nostro evento, ma noi non abbiamo paura! Unite tutte le vostre energie positive! Tutti i volontari della sede distaccata di Hogwarts si stanno impegnando al massimo: la maga Carlotta ha abbellito i cartelloni, il mago Patrizio sta mettendo a punto la Nimbus2000 il maghi della Gazzetta del Profeta hanno diffuso la notizia. Strani oggetti iniziano a materializzarsi: mantelli dell’invisibilità, ombrellini rosa, bacchette magiche, cappelli .

CONDIVIDETE!