#biblioteca9etrequarti _-_ Il dado è tratto: via alle adesioni e al comitato organizzativo

Care streghe, cari maghi,

qualche problema organizzativo ci ha fatto tacere per qualche giorno, ma ora siamo pronti a spedire gufi in ogni direzione.

Il sondaggio non ha lasciato dubbi: maratona di lettura tutta in un giorno. E maratona sia, allora! se dobbiamo avere 9 ore e tre quarti a disposizione, dire che non c’è alternativa: deve essere una domenica, anche se questo può portare a qualche inconveniente a chi viene da fuori (abbiamo qualche adesione anche da Torino e un po’ più in là. Indicativamente direi che si potrebbe far partire l’Hogwarts Express alle 9 / 9:30 e pensare di finire, con pausa pranzo, alle 19:30. Il giorno dovrebbe essere il 5 maggio

Sia per i tempi, sia per la data siamo aperti a consigli e osservazioni, ma è molto difficile prendere decisioni perché è assai difficile prevedere la partecipazione.

L’idea è quella di leggere assieme in allegria, perché ci piace la lettura e perché ci piace leggere assieme e perché ci piace il libro. La presenza del pubblico è quasi un optional: è bello che tutti partecipino.

Con questi tempi, però, dobbiamo aspettarci che il pubblico dei più giovani non sia eccessivamente numeroso o comunque sia limitato a certi orari, e non è facile organizzare la pausa conviviale: se si ha un’idea del numero si può organizzare un pasto, ma questa volta è un vero salto nel buio…

Iniziamo a contarci: ho preparato un doodle per verificare le disponibilità alla lettura: avremo bisogno di molti NARRATORI: se i narratori saranno abbastanza potremo anche dare voce ad alcuni PERSONAGGI PRINCIPALI. Se siamo in tanti, sbloccheremo altri personaggi.

Vista la durata, per ogni personaggio saranno necessari più lettori (soprattutto se ci sono lettori giovani), per cui per ora ho diviso le opzioni fra ‘mattino’ e ‘pomeriggio’, per avere un’idea di disponibilità, ma poi troveremo il modo di accordarci nel modo più comodo.

OGNUNO può esprimere più opzioni: sia per avere un ‘piano B’, sia perché nulla vieta che un narratore del mattino faccia un personaggio al pomeriggio ecc. ecc. Per ora è essenziale avere una prima disponibilità

Il doodle è raggiungibile a questo indirizzo: https://doodle.com/poll/tetwfuy92uhpe9x6 vi chiederei solo di usare nomi che mi permettano di contattarvi/identificarvi. Se volete potete usare un indirizzo e-mail come identificativo oppure vi pregherei di mandare un messaggio a bibliosanmichele@gmail.com in cui dite, ad es., Ron97 si chiama in realtà Mario Rossi e puoi contattarmi al ****. Mi raccomando: diffondete il più possibile. Più siamo, più è divertente e c’è posto per tutti, anche per i lettori più giovani: al massimo troviamo parti brevi e facili.

Continuo a dire che un po’ di aiuto pratico nell’organizzazione non mi dispiacerebbe… anche se ho la bacchetta magica.

Per esempio: c’è qualcuno bravo con i pennelli che mi aiuterebbe e realizzare un’insegna da mettere all’ingresso…
Qualcuno in grado di costruire un cappello parlante?
Qualcuno che potrebbe aiutarci ad allestire una sorta di scenografia?

Annunci

#Bibloteca9e3quarti Aggiornamento sotto la neve… e un SONDAGGIO

Neve ne è scesa meno del previsto, ma sono ‘fioccate’ le adesioni. Abbiamo già una dozzina di volontari lettori. Si può fare di meglio, però: scrivete commenti qui, mandate messaggi alla pagina Facebook o al gruppo Facebook della Biblioteca civica di San Michele Mondovì, o e-mail all’indirizzo bibliosanmichele@gmail.com: vogliamo un gruppo nutrito di lettori per una lettura ancora più animata. Sarebbe bello se la maratona di lettura non avesse spettatori, ma tutti corressero!

Nella notte, però, sono state avanzate anche nuove proposte: alcuni dei lettori hanno mosso osservazioni su orari, giorni ecc. per cui mi piacerebbe fare un piccolo sondaggio. Per non escludere nessuno, proviamo con un moodle (siate onesti, però: votate una volta sola): recatevi qui per votare senza bisogno di iscrizioni o altro: https://doodle.com/poll/y9sbyxygnbhe2me2

#Biblioteca9e3quarti la macchina si è messa in moto

#Biblioteca9e3quarti la macchina si è messa in moto

Care streghe e babbane, cari maghi e babbani,

ormai il dado è tratto: dopo tante riflessioni, suggerimenti, contrattazioni è il momento di partire con l’organizzazione e con le prime scelte. Anche perché i lettori di Harry Potter non discriminano fra maghi, babbani e, si scusi il termine, mezzosangue, ma combattono fieramente i mangiamorte e gli analfababbani. Uno di questi ultimi ieri mi ha apostrofato con la seguente frase (un po’ sgrammaticata): “Ma chi c*** vuoi che legge? Fagli vedere almeno il film, che non ci sarà nessuno”.

Direi che è il caso di rispondere coi fatti. Per parte mia, poi, se anche fossimo solo in due a leggere per 9 ore e tre quarti, andrebbe benissimo: il divertente è lì, non necessariamente nell’attirare folle.

Ricapitoliamo dunque la situazione:

L’dea è quella di leggere l’intero primo romanzo della saga (adotterei per comodità la prima traduzione: è quella di cui la maggior parte dei lettori possiede una copia). Mi ero chiesto se dividere la lettura, che dura approssimativamente 8/9 ore, in due incontri, ma le persone con cui ho parlato propendono per la maratona (se avete idee diverse, scrivete commentando questo post).

Ci serve dunque una domenica, che potrebbe essere così organizzata: 9:30 / 10 inizio della lettura 12:30 – 13:30 pausa pranzo (si può organizzare qualcosa) 14-20 circa per completare la lettura, magari con una merenda. E dopo burrobirra per tutti.

L’organizzazione del tutto richiede tempo. Le date possibili sono 5 o 12 maggio. Vi sembra tardi? Per organizzare ci vuole tempo e anche per dare un minimo di senso alla lettura: il modo più facile sarebbe infatti trovare un gruppo di lettori che si alternino e basta. A me piacerebbe però anche dare una voce propria ai personaggi principali:

Harry Potter
Ron Weasley
Hermione Granger
Draco Malfoy
Neville Paciock

Albus Silente (Albus Dumbledore)
Minerva McGranitt (Minerva McGonagall)
Severus Piton (Severus Snape)
Rubeus Hagrid
Quirinus Raptor
Argus Gazza…

A dire il vero questi sono a mala pena gli indispensabili e per ciascuno di questi ci vuole più di un lettore (soprattutto se i giovani li fanno dei giovani…). E poi ci servono molti narratori.

Detto questo, non sono indispensabili lettori formidabili: si impara leggendo e ci si diverte leggendo insieme. È una lettura insieme, non una rappresentazione.

Io ho a portata di mano per ora una Hermione (la vedete nella foto), e un Draco dell’età giusta, un Hagrid e due narratori, più 6 o 7 persone genericamente interessate: fatevi avanti e abbiamo tutto il tempo di vedere come suddividere le parti nel modo che più ci soddisfa e diverte.

Poi a me piacerebbe proporre un po’ di attività di contorno: magari si può proporre una giornata di presentazione per i più piccoli facendo indossare loro il cappello parlante, o proponendo la costruzione di bacchette magiche ecc., ecc.

A questo punto contiamoci: rispondete a questo appello, fatelo circolare, proponetevi e dite cosa pensate di quello che ho scritto, a partire da orario e data!

Tanti saluti da

Zenodotus

NOVITA’

LIBRI
Alla biblioteca civica di San Michele Mondovì sono appena arrivate grandi novità:

  • Sangue cattivo di Lisa Gardner, già autrice di numerosi thriller mozzafiato, in cui la suspence non lascia tregua. In questo suo nuovo libro, edito da Mondadori ci pone di fronte ad un terribile dubbio sulla reale personalità di un ragazzo… Eroe? Oppure, omicida?
  • Bella zio di Andrea Vitali, che, tra ironia e paradosso, aneddoti di costume, successi e dolori, ci fa rivivere gli esordi del calciatore Beppe Bergomi, ma anche una stagione passata dell’Italia, quasi fossimo lì pure noi.
  • Sparviero nella bufera di Andrea Maia, che scrive un romanzo capace di riportarci là dove siamo partiti, per capire ed apprezzare dove siamo arrivati.
  • Il purgatorio dell’angelo di Maurizio De Giovanni, commentato così nel Corriere della Sera da Severtino Colombo «Maurizio De Giovanni, qui e altrove nei romanzi e nelle serie narrative, prova con caparbietà a raccontare tante storie, a inseguire molte vite.».
  • Al tempo della guerra del sale di Maria  Grazia Orlandini, in cui una zampa di capra ferrata, rinvenuta in una vecchia casa di Vicoforte, dà il via ad una vicenda mai dimenticata, ma che di certo la storia ufficiale ha rimosso.
  •  Il basilico di Palazzo Galletti di Giuseppina Torregrossa, che ibs.it afferma essere “Una storia guizzante e sensuale, punteggiata di humour, e capace di circoscrivere in modo conturbante i desideri inespressi e le impasse di una donna che si trova nel passaggio cruciale dalla giovinezza alla maturità”.
  • Il ragazzo in soffitta di Pupi Avati, che è uno dei più amati registi italiani contemporanei ed ha pubblicato nel 2013 la sua autobiografia, La grande invenzione. Questo è il suo primo romanzo.
  • Un alpino nella storia di Giorgio Cugnod, che dalle steppe della Russia agli alpini racconta la storia di Giovanni Battista Piovano di Vicoforte. Il libro ripercorre la vicenda umana del protagonista OCCHI APERTI: questo autunno questo libro sarà presentato dall’autore a cura del Gruppo Alpini di S. Michele

Ecco finalmente i vincitori! Tutti i premiati del X concorso “Un Segnalibro per la Biblioteca”

Ancora una volta siamo arrivati al termine: anche la decima edizione del concorso è arrivata al termine con una ricchissima premiazione.

Quest’anno per la decima edizione molte novità: la premiazione nei nuovi locali della biblioteca,

Il Sindaco, Domenico Michelotti, il Direttore della Bibilioteca, Assessore Edoardo Bona, il rappresentante della Fondazione CRC dott. Massimo Gula al momento dell’inauguraione dei nuovi locali della Biblioteca

la mostra di opere dei giurati che si sono alternati nelle varie edizioni del concorso

Le opere di Cristiana Addis

e ovviamente gli oltre 2000 segnalibri e i quasi 1400 euro di premi in libri.

Segnalibri della scuola secondaria con le opere di Piter Pecchenino ed Enrico Roà

Ovviamente il ringraziamento va ai volontari della Biblioteca, a tutti i partecipanti, alla Fondazione CRC che ha generosamente finanziato l’iniziativa, alle librerie Confabula e Lettera_22 di Mondovì che, con il loro supporto e le loro agevolazioni ci hanno permesso di arricchire il montepremi. E un grazie speciale alla Giuria di esperti, veramente eccezionale. Oltre a Cristiana Addis, pittrice e docente di tecnica pittorica all’Accademia, e Fabrizio Garelli, designer, che sono ormai veterani, abbiamo avuto in giuria Marco Boetti, grafico, Gianluca Cuniberti, professore ordinario di storia greca all’Università di Torino e, dulcis in fundo il pittore Enrico Roà di S. Michele.

Ma bando alle ciance: so che a voi interessano i nomi!

Ecco dunque i vincitori (per ora solo un elenco, ma prometto foto e commenti nei prossimi giorni – seguite gli aggiornamenti di questo articolo):

La sala della mostra dedicata alla scuola dell’infanzia

Categoria scuola dell’infanzia

 

Primo premio

Scuola dell’infanzia C. Collodi di Alba collodi.jpg

 

Secondo premio

Scuola dell’infanzia di San Michele Mondovìs michele bimbi

 

Terzo premio

Scuola dell’infanzia di S. Anna Mondovìanna mondovì

 

Menzione

Scuola dell’infanzia di Magliano Alpi 

 

Menzione

Scuola dell’infanzia di Sciolze sciolze

Categoria scuole Primarie

 

Primo Premio

Asia Lembo

Scuola primaria di Lesegnoasia lembo lese

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Secondo Premio

Luca Gioannini

Scuola primaria di Lesegnoluca-gioannini.jpg

Questo slideshow richiede JavaScript.

Terzo Premio

Anna Bianco

Scuola primaria di S. Michele Mondovìanna bianco s michele

 

Menzione

Irene Odella

Scuola primaria di Vicoforteirene odella vico

Irene Odella Co0n il suo segnalibro dedicato al Gruffalò

Menzione

Alice Salvatico

Scuola primaria di Violaalice-salvatico-viola.jpg

Alice Salvatico e gli occhiali di Harry Potter

Categoria scuole Secondarie

 

Primo premio

Emma Rossi

Scuola secondaria di I grado di Rocca de’ Baldiemma-rossi-e1529594259246.jpg

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Secondo premio

Luca Rinaldi

Scuola secondaria di I grado di Mondovìluca-rinaldi.jpg

 

Terzo premio

Marta Angiolini

Scuola secondaria di I grado di Vicofortemarta-angiolini.jpg

 

Categoria aperta a tutti

 

Primo premio

Marta Naj Fovinomarta.jpg

 

Secondo premio

Centro Diurno Socio-Terapeutico-Educativo “Il Mosaico”

Fossanomosaico

 

Categoria scuole dell’arte

 

Premio

Olga Farandaolga.jpg

 

Premio scuola

Istituto Albe Steiner Torino

 

 

 

Aggiornamento sui lavori alla Biblioteca

 

Cari amici,

ormai da tempo la situazione in biblioteca è diventata insostenibile: dire che gli spazi non bastavano più era un eufemismo e accumulare in biblioteca tutto ciò che avevamo dovuto togliere dai locali occupati dalle lezioni durante la ristrutturazione dell’edificio scolastico, non ha certo aiutato! Fra l’altro, i fondi con cui normalmente aquisiamo nuovi libri sono stati quasi completamente dirottati per rispondere alle esigenze della Scuola: l’urgenza era quella. Ora si riprende e abbiamo anche i nuovi locali: un regalo, ma anche un problema… diciamo “una sfida”.

L’allestimento dei locali è stato ultimato e anche l’attrezzatura informatica è quasi completamente arrivata, anche se l’installazione delle postazioni deve ancora essere eseguita.

Purtroppo non è possibile trasferire tutta la biblioteca nella nuova sede, né poteva restare nella vecchia, dove ormai quasi non si può entrare per il gran numero di libri.

Si tratta, come dicevo, di una vera e propria sfida gestire i due locali. Dato che nei nuovi locali ci sono splendidi spazi per lettura, studio e attività varie, l’intenzione è di sfruttarli non solo come biblioteca, ma per più funzioni: potrebbero servire per la biblioteca, ma in giorni appositi per una piccola ludoteca  (qualcuno ha giochi da tavolo da regalare?), per attività di doposcuola, corsi di vario genere e anche piccole mostre (ho avuto modo di portare in giro una piccola mostra sul pre-cinema con tanto di spettacolo di lanterne magiche… non sarebbe male farlo anche a S.Michele). Per questo motivo gli arredi sono stati studiati in modo da poter essere spostati agevolmente: la saletta al piano superiore, ad es., da sala di lettura si trasforma in una piccola aula/sala conferenze con possibilità multimediali.

Stiamo pensando alla possibilità di trasferire nella nuova sede la sezione bambini e il grosso della narrativa: in tal modo si gestirebbe il prestito dalla nuova sede, trasferendosi nella sede storica per la consultazione delle altre sezioni, meno frequentate, ma credo che ci vorrà un po’ di rodaggio per trovare il modo più efficace per far funzionare la cosa: se, come speriamo, gli spazi della nuova sede verranno molto sfruttati, si potrà agevolmente fare il contrario e usare con centro per il prestito la sede storica quando la nuova sede è occupata per altro.

Agli utenti chiedo ancora un po’ di pazienza: nella fase di trasferimento ci saranno ancora disagi e chiedo collaborazione costruttiva nel cercare nuove soluzioni e nel proporre e organizzare attività. Lo spostamento sarà necessariamente graduale, ma comincerà subito, anche se una vera e propria inaugurazione, con tutti i crismi e le presenze ufficiali, verrà organizzata più avanti dal Comune. Intanto, passate parola: se vi piace la nostra idea della ludoteca, guardate se vi avanza qualche gioco classico: un vecchio Monopoly o una dama. Vediamo di iniziare qualcosa di nuovo. E poi, ovviamente, servono volontari: se vogliamo che i nuovi locali ‘funzionino’, dobbiamo essere noi a farli funzionare!

(PS occhi aperti… qualcosa mi dice che il bando per la DECIMA edizione del concorso dei segnalibri sta per vedere la luce: è un bel traguardo! Rendiamolo speciale!)

#Biblioteca9e3quarti Proposta per una maratona di lettura

#Biblioteca9e3quarti
Cari amici presenti e futuri, maghi o babbani,
in questi giorni ho visto molte reazioni alla proposta di leggere integralmente Harry Potter e la pietra filosofale. La cosa mi fa molto piacere e, a questo punto, direi “facciamolo!”.
Inizio con alcune considerazioni a ruota libera, così da vedere se riusciamo a mettere insieme un gruppo di lavoro: non è così semplice e mi piacerebbe fare le cose per bene.
Le mie idee (ma per ora sono solo mie: se ci parliamo si può ancora cambiare tutto) è:
– fare una lettura integrale: molti hanno visto solo i film, e, soprattutto per i libri successivi al primo, si perdono parecchio. Mal contate, però sono 8 ore di lettura buone… un po’ troppo per un pubblico anche di bambini. Bisogna decidere date e orari.
– fare una ‘semplice’ lettura continuativa resa più efficace dalla presenza di più voci: si può anche fare una semplice ‘staffetta’ di lettori, ma se riuscissimo a dare una diversa presenza fisica almeno ai personaggi principali, sarebbe tutta un’altra cosa e l’attività sarebbe molto più partecipata. Anzi: non si ridurrebbe tutto solo a una giornata: si potrebbero organizzare provini e sperimentare le infinite possibilità della lettura ad alta voce… vi assicuro che è un campo ricco di piacevoli sorprese.
– fare una lettura, e dunque non una drammatizzazione, non impedisce di indossare costumi o portarsi dietro una bacchetta magica. Un tocco in più
– l’attività deve essere gratuita e aperta a tutti: una lettura simile prevede il pagamento dei diritti SIAE, ma non particolarmente esosi. Se si riesce a mitigare la cosa con una offerta libera o con una vendita simbolica (basta mettere un po’ d’acqua in una boccetta con un’etichetta evocativa per vendere incantesimi contro le interrogazioni di matematica, e non è difficile produrre bacchette magiche opportunamente dedicate all’evento – non copiate da quelle cinematografiche).
– l’attività non deve essere una cosa né per soli bambini, né per soli adulti, né per soli Sanmichelesi: una cosa simile funziona se riusciamo a coinvolgere molti e coinvolgiamo, ad esempio, altri gruppi e biblioteche.
– si possono pensare un sacco di attività collaterali: ad esempio, perché non chiedere a chi vuole di preparare una scheda con un animale fantastico ‘nuovo’ ovvero che non quelli dei libri della Rowling, con disegni e indicazioni sulle caratteristiche e sul comportamento di questi animali. Ne potrebbe nascere una mostra molto divertente.
Ho in mente molte altre cose, ma prima dobbiamo ‘contarci’: chi è disposto a partecipare e chi anche ad aiutare nell’organizzazione o anche solo con le proprie idee? Rispondete a questo post o anche mandate un messaggio in privato: l’espresso per Hogwarts è in partenza, sbrighiamoci. CONDIVIDETE A TUTTO SPIANO