Ecco finalmente i vincitori! Tutti i premiati del X concorso “Un Segnalibro per la Biblioteca”

Ancora una volta siamo arrivati al termine: anche la decima edizione del concorso è arrivata al termine con una ricchissima premiazione.

Quest’anno per la decima edizione molte novità: la premiazione nei nuovi locali della biblioteca,

Il Sindaco, Domenico Michelotti, il Direttore della Bibilioteca, Assessore Edoardo Bona, il rappresentante della Fondazione CRC dott. Massimo Gula al momento dell’inauguraione dei nuovi locali della Biblioteca

la mostra di opere dei giurati che si sono alternati nelle varie edizioni del concorso

Le opere di Cristiana Addis

e ovviamente gli oltre 2000 segnalibri e i quasi 1400 euro di premi in libri.

Segnalibri della scuola secondaria con le opere di Piter Pecchenino ed Enrico Roà

Ovviamente il ringraziamento va ai volontari della Biblioteca, a tutti i partecipanti, alla Fondazione CRC che ha generosamente finanziato l’iniziativa, alle librerie Confabula e Lettera_22 di Mondovì che, con il loro supporto e le loro agevolazioni ci hanno permesso di arricchire il montepremi. E un grazie speciale alla Giuria di esperti, veramente eccezionale. Oltre a Cristiana Addis, pittrice e docente di tecnica pittorica all’Accademia, e Fabrizio Garelli, designer, che sono ormai veterani, abbiamo avuto in giuria Marco Boetti, grafico, Gianluca Cuniberti, professore ordinario di storia greca all’Università di Torino e, dulcis in fundo il pittore Enrico Roà di S. Michele.

Ma bando alle ciance: so che a voi interessano i nomi!

Ecco dunque i vincitori (per ora solo un elenco, ma prometto foto e commenti nei prossimi giorni – seguite gli aggiornamenti di questo articolo):

La sala della mostra dedicata alla scuola dell’infanzia

Categoria scuola dell’infanzia

Primo premio

Scuola dell’infanzia C. Collodi di Alba

 

Secondo premio

Scuola dell’infanzia di San Michele Mondovì

Terzo premio

Scuola dell’infanzia di S. Anna Mondovì

Menzione

Scuola dell’infanzia di Magliano Alpi

Menzione

Scuola dell’infanzia di Sciolze

Categoria scuole Primarie

Primo Premio

Emma Rossi e il te di Alice nel paese delle meraviglie

Asia Lembo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Scuola primaria di Lesegno

Secondo Premio

Luca Gioannini

Questo slideshow richiede JavaScript.

Scuola primaria di Lesegno

Terzo Premio

Anna Bianco

Scuola primaria di S. Michele Mondovì

Menzione

Irene Odella

Irene Odella Co0n il suo segnalibro dedicato al Gruffalò

 

 

Scuola primaria di Vicoforte

Menzione

Alice Salvatico

Alice Salvatico e gli occhiali di Harry Potter

Scuola primaria di Viola

Categoria scuole Secondarie

Primo premio

Emma Rossi

Scuola secondaria di I grado di Rocca de’ Baldi

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Secondo premio

Luca Rinaldi

Scuola secondaria di I grado di Mondovì

Terzo premio

Marta Angiolini

Scuola secondaria di I grado di Vicoforte

Categoria aperta a tutti

Primo premio

Marta Naj Fovino

Secondo premio

Centro Diurno Socio-Terapeutico-Edcucativo

“Il Mosaico”

Fossano

Categoria scuole dell’arte

Premio

Olga Faranda

Premio scuola

Istituto Albe Steiner Torino

Annunci

Aggiornamento sui lavori alla Biblioteca

 

Cari amici,

ormai da tempo la situazione in biblioteca è diventata insostenibile: dire che gli spazi non bastavano più era un eufemismo e accumulare in biblioteca tutto ciò che avevamo dovuto togliere dai locali occupati dalle lezioni durante la ristrutturazione dell’edificio scolastico, non ha certo aiutato! Fra l’altro, i fondi con cui normalmente aquisiamo nuovi libri sono stati quasi completamente dirottati per rispondere alle esigenze della Scuola: l’urgenza era quella. Ora si riprende e abbiamo anche i nuovi locali: un regalo, ma anche un problema… diciamo “una sfida”.

L’allestimento dei locali è stato ultimato e anche l’attrezzatura informatica è quasi completamente arrivata, anche se l’installazione delle postazioni deve ancora essere eseguita.

Purtroppo non è possibile trasferire tutta la biblioteca nella nuova sede, né poteva restare nella vecchia, dove ormai quasi non si può entrare per il gran numero di libri.

Si tratta, come dicevo, di una vera e propria sfida gestire i due locali. Dato che nei nuovi locali ci sono splendidi spazi per lettura, studio e attività varie, l’intenzione è di sfruttarli non solo come biblioteca, ma per più funzioni: potrebbero servire per la biblioteca, ma in giorni appositi per una piccola ludoteca  (qualcuno ha giochi da tavolo da regalare?), per attività di doposcuola, corsi di vario genere e anche piccole mostre (ho avuto modo di portare in giro una piccola mostra sul pre-cinema con tanto di spettacolo di lanterne magiche… non sarebbe male farlo anche a S.Michele). Per questo motivo gli arredi sono stati studiati in modo da poter essere spostati agevolmente: la saletta al piano superiore, ad es., da sala di lettura si trasforma in una piccola aula/sala conferenze con possibilità multimediali.

Stiamo pensando alla possibilità di trasferire nella nuova sede la sezione bambini e il grosso della narrativa: in tal modo si gestirebbe il prestito dalla nuova sede, trasferendosi nella sede storica per la consultazione delle altre sezioni, meno frequentate, ma credo che ci vorrà un po’ di rodaggio per trovare il modo più efficace per far funzionare la cosa: se, come speriamo, gli spazi della nuova sede verranno molto sfruttati, si potrà agevolmente fare il contrario e usare con centro per il prestito la sede storica quando la nuova sede è occupata per altro.

Agli utenti chiedo ancora un po’ di pazienza: nella fase di trasferimento ci saranno ancora disagi e chiedo collaborazione costruttiva nel cercare nuove soluzioni e nel proporre e organizzare attività. Lo spostamento sarà necessariamente graduale, ma comincerà subito, anche se una vera e propria inaugurazione, con tutti i crismi e le presenze ufficiali, verrà organizzata più avanti dal Comune. Intanto, passate parola: se vi piace la nostra idea della ludoteca, guardate se vi avanza qualche gioco classico: un vecchio Monopoly o una dama. Vediamo di iniziare qualcosa di nuovo. E poi, ovviamente, servono volontari: se vogliamo che i nuovi locali ‘funzionino’, dobbiamo essere noi a farli funzionare!

(PS occhi aperti… qualcosa mi dice che il bando per la DECIMA edizione del concorso dei segnalibri sta per vedere la luce: è un bel traguardo! Rendiamolo speciale!)

Servizio Civile presso la Pro Loco San Michele con collaborazione con la Biblioteca

Servizio Civile presso la Pro Loco San Michele con collaborazione con la Biblioteca

MASSIMA ATTENZIONE

Sono usciti i bandi per il servizio civile volontario 2018. In San Michele sono nuovamente  previsti due posti  presso la Pro Loco, in collaborazione con la Biblioteca e il Comune (uno dei volontari – bando 1 collaborerà anche a un progetto con la Pro Loco di Lisio e Viola). I candidati devono avere un’età compresa fra i 18 e i 28 anni, dotati di titolo di istruzione superiore, non devono necessariamente risiedere a S. Michele, ma è meglio se non risiedono molto lontano, altrimenti sarebbero più le spese di trasferimento che il guadagno.

In questo anno, che prevede ore di formazione, riceveranno un compenso minimo (poco più di 400 euro a mese) e dovranno prestare servizio per una media di 30 ore settimanali (si possono studiare orari flessibili, ad es. per le esigenze di chi studia), ma si tratta comunque di una utile esperienza che ‘fa curriculum’ (le aziende in genere vedono di buon occhio chi si dà da fare invece che attendere che un lavoro piova dall’alto). Per chi studia o è in attesa di trovare una occupazione è sicuramente una opportunità interessante. LA SCADENZA PER PRESENTARE LE DOMANDE È VICINISSIMA: entro il 26 di giugno, per cui vi invito a diffondere il più possibile questo messaggio, a mandarmi un messaggio (edoardo.bona@gmail.com) per chiedere informazioni e a segnalarmi chiunque conosciate che possa essere interessato.

ECCO IL BANDO e un facsimile della domanda:

BANDO 1 – SCN 2017

BANDO 2 – SCN 2017

Allegato-3-DICHIARAZIONE

Allegato2_DOMANDA-DI-AMMISSIONE

Ecco i progetti

PIEMONTE-PATRIMONIO-CULTURALE-_risorsa-identitaria-e-fattore-di-coesione-sociale

PIEMONTE-PRO-LOCO-SENZA-BARRIERE_IL-MATERIALE-ILLUSTRATIVO-CULTURALE-E-DAVVERO-PER-TUTTI….

Ecco finalmente i vincitori! IN AGGIORNAMENTO

Si è conclusa la IX edizione del concorso, più di 2000 segnalibri provenienti da tutta Italia e dai diversi ordini scolastici: dalle scuole dell’infanzia alle scuole superiori, tutti  all’opera sul tema del libro ideale, “il libro che vorrei”. Prima della premiazione ufficiale, è stata allestita una mostra di tutti i manufatti: tecniche diverse, materiali inusuali, fantasia e creatività a volontà! Successivamente sono stati proclamati i vincitori, eccoli:

Categoria Scuole dell’infanzia

I Scuola dell’infanzia di Sciolze  € 80 in libri

 

Segnalibri originali nati da storie inedite inventate da piccoli scrittori.

II  Scuola dell’infanzia Collodi di Alba €60 in libri

III  Scuola dell’infanzia di San Michele €40 in libri

Categoria Scuola primarie

I Alì Fellah  Scuola Primaria di Niella €70 per l’allievo 150 per la scuola

Questo segnalibro nasce dal  lavoro di autorappresentazione svolto dai bambini durante l’anno scolastico: la cavalletta ha colpito la giuria poiché è un animale particolare con cui identificarsi.

II Mariachiara Fenoglio Scuola Primaria di San Michele €50 per l’allievo 80 per la scuola

Questo segnalibro rappresenta il giardino in cui la giovane artista ama leggere

III ex aequo

Valentina Scacchetti Primaria di Ormea €30  per l’allievo 50 per la scuola

Ludovica Moro Daneo €30  per l’allievo 50 per la scuola

La classe ha lavorato durante l’anno scolastico sul libro “Storie per la buonanotte per bambine ribelli” dove si parla di donne importanti della storia. Il segnalibro vincente ritrae Maria Montessori.

Menzione speciale classe I di San Michele (50€)

Scuola secondaria

I Elisa Avico I circolo Mondovì   €70 per l’allievo 150 per la scuola

L’autrice di questo segnalibri ha immaginato di poter estrarre dai libri sono le pagine divertenti ed interessanti, per lasciare quelle noiose.

II Stefano Silvestri I circolo Mondovì  €50 per l’allievo 80 per la scuola

III Elena Caputo Asigliano Vercellese €30  per l’allievo 50 per la scuola

La particolarità di questo segnalibro sta nel sentiero centrale su cui camminano tanti esseri fantastici, l’elfo di spalle porta ad identificarsi con lui per entrare, attraverso la porta alla fine della strada, i un mondo fantastico.

Categoria aperta a tutti

Agnese Galliano (Viola)70 €

Il biglietto d’oro nascosto nella tavoletta di cioccolato di Willy Wonka, realizzato con un collage di diversi materiali, rende la tavoletta davvero realistica, tutta da mangiare.

Alice Rossetti  (Torino) 50 €

Categoria Scuole d’Arte

Francesca Riva, Liceo Classico-Linguistico-Artistico Giuseppe e Quintino Sella (Biella) € 50 per l’autore del segnalibro e 100 per la scuola.

L’autrice immagina una fitta foresta dove ogni albero rappresenta un genere letterario diverso, il suolo è coperto di fogli che si sono staccati dalle fronde.

Viste le numerose creazioni, la giuria si è trovata in grande difficoltà: oltre all’esecuzione, è stata valutata l’originalità dell’idea.

Vi aspettiamo numerosi per la prossima edizione!

 

 

E per la nona volta, siamo arrivati alla premiazione

E per la nona volta, siamo arrivati alla premiazione

PremiazioneSegnalibri2017locSmall

La macchina della premiazione ferve… I vincitori sono stati avvisati. Chi saranno?

Venite a scoprirlo sabato 27 a partire dalle ore 15:30.

Ancora una volta abbiamo sfondato il tetto di 2000 segnalibri, e quest’anno sarà particolarmente laborioso allestire la premiazione, dato che non avremo a disposizione i locali del teatro, occupati da classi della scuola secondaria in occasione di una ristrutturazione dell’edificio scolastico.

Ma sono sicuro che, con 2000 segnalibri in concorso, se tutti teniamo le dita incrociate, ci sarà bel tempo e non avremo difficoltà a organizzare una piacevole premiazione all’aperto.

Accorrete numerosi!

ARRIVA LA IX EDIZIONE DEL CONCORSO!

Ebbene sì, ancora una volta siamo tornati sul luogo del delitto. Il concorso “Un segnalibro per la Biblioteca” arriva, grazie al generoso contributo della Fondazione CRC, alla IX edizione.

Quest’anno siamo in grave ritardo, ma le nostre spie, che si sono infiltrate nell’antro in cui si sta cucinando l’evento, possono anticipare quale sarà il tema dell’anno:

Il libro che vorrei…
Il libro che vorrei leggere, ma anche il libro che vorrei scrivere. Un libro per imparare, un libro per sognare, un libro per capire, un compagno fedele, un libro in cui scrivere la propria vita leggendo, un libro grande come il mondo o piccolo da tenere sempre sul cuore, un ricco volume rilegato in pelle o un piccolo scartafaccio stropicciato e pieno di appunti e sottolineature. Un libro elettronico o un libro da annusare con il suo odore di carta e di inchiostro. Com’è il libro che vorresti?”
Tutti all’erta, dunque: a breve il bando di concorso!

Finalmente una buona notizia: inizia un nuovo percorso con la Pro Loco e il servizio civile

Il 2016 è stato un anno molto difficile per la nostra biblioteca: i lavori di ristrutturazione dell’edificio scolastico che ci hanno costretto a stipare materiale vario nella sede della biblioteca, i lavori per la nuova sede, i problemi economici legati a tutto ciò che ci hanno costretto a tagliare drasticamente le spese per l’acquisto di libri, questioni personali che hanno costretto alcuni volontari e il direttore in prima persona a diminuire le ore di presenza… nei momenti difficili bisogna non solo stringere i denti, ma anche avere il coraggio di intraprendere nuove strade per restare fedeli ai vecchi progetti e agli impegni presi.

Il 2017 dovrà necessariamente essere l’anno del rilancio e il primo passo lo compiremo grazie a un accordo fra il Comune è la Pro Loco, che si è resa disponibile a condividere con il Comune e la Biblioteca un progetto di servizio civile volontario: da lunedì 5, quindi, la Biblioteca può contare sulla presenza costante di una volontaria, che, lavorando a un progetto di ricerca e diffusione della cultura locale, ci permetterà di risistemare il materiale della biblioteca e di attivare iniziative per rendere la Biblioteca un luogo più fruibile e vissuto. Tanto per cominciare dall’aspetto più banale: ci permetterà di tenere aperta la Biblioteca più a lungo e di tenere aggiornato il sito della Biblioteca, che da lungo tempo soffre di un grave abbandono… ma questo è solo l’inizio. 

Ovviamente il tutto richiederà un periodo di formazione e riorganizzazione, ma tenete gli occhi aperti: da questo momento ogni istante è buono per l’annuncio di belle novità