Regolamento

Regolamento per il funzionamento della Biblioteca Civica di San Michele Mondovì.

 

Art. 1: Gli utenti della biblioteca devono impegnarsi a rispettare in tutti i suoi articoli il seguente regolamento. Gli iscritti al prestito dovranno sottoscrivere in proposito apposita dichiarazione (per i minorenni si richiede la firma di un genitore o chi ne fa le veci).

 

Art. 2 Accesso alla Biblioteca

2.1 L’accesso alla Biblioteca è libero e gratuito per tutti. Coloro che accedono alla Biblioteca e usufruiscono dei suoi servizi devono tenere un comportamento rispettoso degli spazi e del patrimonio pubblico.

In tutti i locali della biblioteca è vietato recare disturbo e fumare.

2.2 L’utenza prescolare può accedere esclusivamente in presenza di un accompagnatore almeno quattordicenne.

2.3 L’utente che non tenga nell’ambito dei locali della Biblioteca o delle loro pertinenze un comportamento non consono al luogo o giudicato pregiudizievole del corretto funzionamento del servizio, nonché non rispettoso del presente Regolamento e delle eventuali ulteriori disposizioni impartite dal Bibliotecario dovrà dapprima essere richiamato dal personale in servizio e, in caso di reiterata inosservanza, potrà essere allontanato.

2.4 Chi asporta indebitamente libri, riviste o altro materiale, strappa pagine o tavole e in qualunque modo danneggia le opere o le strutture della Biblioteca, è penalmente e civilmente perseguibile.

2.5 Chi entra nei locali della biblioteca con borse, cartelle, involti o ogni altro oggetto in cui possano essere celati libri o materiale della Biblioteca è tenuto a farne esaminare il contenuto agli addetti all’atto di uscire.

2.6 All’accesso e all’uscita dalla sala di consultazione gli utenti sono tenuti a firmare il registro delle presenze (i cui dati sono riservati e conservati solo per gli scopi di servizio e per rilevamenti statistici).

 

 

Art. 3 Periodi ed orari di apertura al pubblico

3.1 I tempi e la durata di apertura al pubblico sono fissati tenendo conto delle risorse disponibili e comunicati in apposita bacheca.

3.2 Può essere prevista la chiusura al pubblico per cause di forza maggiore o per attività di riordino degli scaffali e revisione dei cataloghi o per opere interne di sistemazione e di pulizia, previa opportuna informazione all’utenza.

3.3 Per esigenze di servizio o per cause di forza maggiore, può essere disposta la sospensione temporanea di alcuni servizi.

 

Art. 4 Sicurezza

4.1 La manutenzione e l’adeguamento alle norme di sicurezza dei locali della Biblioteca, come stabilito dallo Statuto, è demandata al Comune. Chi frequenta i locali è tenuto a segnalare agli addetti qualunque situazione di pericolo o irregolarità.

4.2 L’amministrazione Comunale ed il Responsabile non rispondono in alcun modo dei oggetti o beni dimenticati o lasciati incustoditi nei locali della Biblioteca, se non esplicitamente affidati al personale. In assenza di attrezzatura necessaria per la custodia in sicurezza di borse o cartelle, il personale può rifiutarsi di accettarne la custodia non potendo materialmente garantire una sorveglianza ininterrotta.

 

 

Art. 5 Prestito domiciliare e consultazione in sede

5.1 I servizi della Biblioteca e cioè il prestito domiciliare, la consultazione in sede del materiale bibliografico e documentario della biblioteca, su qualunque supporto, sono di norma liberi e gratuiti.

5.2 Provvedimenti motivati del Responsabile del servizio possono escludere temporaneamente singole opere dalla consultazione o consentirla solo a particolari condizioni di vigilanza.

5.3 Una volta attivo il prestito interbibliotecario erogato sulla base della reciprocità con altri istituti culturali, potranno essere poste a carico degli utenti eventuali spese sostenute per l’erogazione di particolari servizi aggiuntivi a quelli di base, che per loro natura, per il loro funzionamento o per tipo di fornitura comportino costi supplementari interni o esterni, anche connessi all’uso di tecnologie; dei costi di tali tariffe saranno preventivamente informati i richiedenti.

5.4 Il servizio di prestito a domicilio di libri e documenti posseduti dalla Biblioteca è autorizzato previa richiesta scritta di iscrizione al prestito, presentando un documento di identità personale e sottoscrivendo l’impegno a rispettare le condizioni stabilite dal presente Regolamento. Per i minori di diciotto anni si rende necessaria la sottoscrizione da parte di uno dei genitori, o di chi ne fa le veci, che è tenuto a dichiarare esplicitamente se l’accesso ai servizi della biblioteca da parte del minore è consentito solo in presenza di un maggiorenne o se autorizza, sotto la propria responsabilità, il minore a usufruire dei servizi della biblioteca anche in propria assenza, liberando la Direzione e gli addetti da ogni responsabilità per l’eventuale consultazione di materiale che i genitori possano ritenere inadeguato all’età dell’utente.

5.5 Ad ogni nuovo iscritto al prestito viene consegnata, previa presentazione di un documento di identità, una tessera strettamente personale, contraddistinta da un numero d’ordine, da presentare ogni qualvolta intenda richiedere in prestito a domicilio libri o altri documenti della Biblioteca e una copia del seguente Regolamento. Ogni cambio di indirizzo deve essere comunicato. In caso di smarrimento o sottrazione della tessera personale, l’interessato deve dare immediata segnalazione agli uffici della Biblioteca: in caso contrario sarà ritenuto responsabile di eventuale uso improprio della stessa.

5.6 I dati personali dell’utente sono utilizzati esclusivamente ai fini del servizio bibliotecario e sono conservati in modo da tutelarne la riservatezza.

5.7 Il prestito e l’avvenuta riconsegna del materiale vengono registrati su supporto informatico e su apposito registro cartaceo su cui gli utenti apporranno la propria firma, nonché sulla tessera personale, ma solo a scopo di pro-memoria. In caso di contenzioso farà fede quanto conservato nei registi cartacei e informatici custoditi in Biblioteca.

 

Art. 6 Condizioni e modalità per il prestito.

6.1 Il prestito domiciliare avviene alle seguenti condizioni:

a) non possono essere prese a prestito più di due opere contemporaneamente e cumulativamente, salvo comprovati motivi di studio;

b) il prestito di ogni opera ha la durata massima di giorni ventuno, rinnovabili, se l’opera non è stata nel frattempo prenotata;

c) qualora il materiale prestato non sia restituito nel rispetto del termine previsto, entro i venti giorni successivi all’avvenuta scadenza viene spedito al domicilio dell’utente un avviso di sollecito, con l’indicazione del termine ultimo per la restituzione senza penali. Qualora la restituzione avvenga entro il termine indicato sarà richiesto all’utente solo il pagamento delle spese postali dell’invio dell’avviso;

d) in caso di smarrimento o di deterioramento del materiale prestato, l’utente è tenuto all’acquisto a proprie spese di un altro esemplare di quanto smarrito o deteriorato, previi accordi con la direzione della Biblioteca;

e) è generalmente escluso dal prestito il materiale a rischio di deterioramento, raro o di consultazione generale (es. enciclopedie e dizionari).

6.2 Per motivi particolari il Responsabile del servizio può eccezionalmente derogare a quanto sopra stabilito.

6.3 Possono essere prenotate le opere eventualmente già in prestito domiciliare. La prenotazione si effettua esibendo la tessera personale di autorizzazione al prestito.

 

Art. 7 Fotocopie

Attualmente la Biblioteca NON effettua servizio di riproduzione del materiale in essa contenuto. Coloro che fossero interessati a riprodurre, nel rispetto delle vigenti norme relative alla riproduzione di materiale coperto da copyright, materiali della biblioteche ivi compresi i materiali esclusi dal prestito domiciliare potranno essere autorizzati a portare fuori dai locali il materiale per il tempo strettamente necessario alla riproduzione, eccezion fatta per il materiale classificato come raro o deperibile. A tal fine il richiedente dovrà consegnare agli addetti un proprio documento di riconoscimento che verrà riconsegnato all’atto della riconsegna dei volumi.

 

Art. 8 Donazioni

Per ogni offerta in danaro, di qualsiasi ammontare, fatta alla biblioteca il donatore è tenuto a richiedere ricevuta appositamente numerata controfirmata dall’addetto alla biblioteca. Per le donazioni di cifre superiori a €100 si prega di rivolgersi direttamente alla Direzione in modo che possano essere immediatamente versate nelle casse comunali.

I donatori di materiale librario verranno, salvo diverse disposizioni, esplicitamente citati quali autori del dono nel riquadro di classificazione dei singoli volumi.